Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, ma non utilizza alcun cookie di profilazione.

Happy Pride Month! - celebranti
pride

Happy Pride Month!

Eccoci a giugno, mese del Pride LGBTQIA+

Noi celebranti facciamo la nostra parte come categoria, oltre che a livello personale, per portare avanti l’inclusione, la parità di tutti i generi, i diritti di tuttə.

In Italia la “Legge Cirinnà” ci ha portatə ad avere l’Unione Civile per persone dello stesso sesso. Siamo ancora molto indietro rispetto ad altre nazioni, ma un primo passo è stato fatto.

Anche se per la legge ancora non lo sono, a noi piace chiamarli matrimoni, con la speranza che non manchi molto prima che lo diventino a tutti gli effetti.

Sebbene la Chiesa cattolica, contrariamente ad alcune Chiese nel mondo (anche cristiane), sia ancora lontana dal riconoscere questa parità di diritti, a noi celebranti laicə umanistə importerebbe che fosse lo Stato Italiano a fare questo passo. Poiché se ognunə può scegliere di appartenere oppure no ad una comunità religiosa, tuttə facciamo parte di un’unica comunità nazionale e questa dovrebbe essere paladina dei diritti di tuttə.

Aspettando il giorno in cui non ci sarà bisogno di giornate mondiali del coming out, di parate per l’orgoglio di qualunque minoranza, di lotte per i diritti, noi celebriamo felicemente l’amore in tutte le sue forme e manifestazioni.

Related Posts

Leave a comment